Label Influenza e Raffreddore
Scopri di più su Fluibron Influenza e Raffreddore
Polmoni

Stati influenzali, cosa sono

L’influenza è un’infezione virale dei polmoni e delle vie aeree, spesso diagnosticata a partire dai sintomi che si presentano.

Inizia di frequente con la comparsa di brividi, seguiti poi da febbre, dolori muscolari, cefalea, mal di gola, tosse, secrezione nasale e una generale sensazione di malessere.

Non bisogna confondere l’influenza con un comune raffreddore; nonostante siano entrambi di origine virale, quest’ultima provoca sintomi più gravi ed è causata da un virus diverso.

Ad oggi conosciamo tre 3 tipi di influenza:
Di tipo A, che rappresenta circa il 70% dei casi di influenza;
Di tipo B, che rappresenta la maggior parte dei casi rimanenti;
Di tipo C, è molto rara e si presenta soprattutto nei bambini.

I virus dell’influenza delle tipologie A e di tipo B annoverano al loro interno moltissime differenti ceppi che causano però effetti molto simili tra loro e sono la causa delle regolari epidemie stagionali di influenza.

 

Mal di Testa

Sintomi

Tra i sintomi dell’influenza possiamo riconoscere:
febbre, tosse secca e grassa, male alla testa, stanchezza, brividi, muscoli doloranti, dolore agli arti o alle articolazioni, diarrea o mal di stomaco, mal di gola, naso che cola o chiuso, starnuti e perdita di appetito.

Solitamente questi sintomi si presentano da uno a quattro giorni dopo l’infezione, spesso accompagnati da brividi o da una sensazione di freddo. Oltre al malessere e al dolore in tutto il corpo, nei primi giorni si può avere la febbre fino 39 °C circa.

La cefalea è un disturbo molto diffuso durante l’influenza e si manifesta con dolore perioculare e retroculare. In questi casi potrebbe essere utile non esporsi a una luce forte, perché questa può peggiorare la cefalea. I sintomi respiratori sono inizialmente leggeri e possono includere gola irritata e dolente, sensazione di bruciore al torace, tosse secca e secrezione nasale.

Dopo qualche giorno la tosse può peggiorare fino a produrre catarro.
La maggior parte di questi sintomi si riduce dopo due-tre giorni, anche se tosse, debolezza,  sudore e affaticamento possono durare per diversi giorni o settimane.

 

Virus

Cause

È attraverso le secrezioni respiratorie che il virus dell’influenza salta da persona a persona: si tratta di una diffusione estremamente probabile in grandi gruppi di persone che trascorrono del tempo a stretto contatto, come scuole, ospedali ed edifici pubblici.

Le principali modalità di contagio sono:
inalazione delle goccioline nell’aria che contengono il virus dell’influenza
contatto diretto con oggetti contaminati da una persona infetta; ecco perché è consigliabile il lavaggio frequente delle mani

Il virus influenzale circola maggiormente in inverno: ecco perché si parla di «influenza stagionale», un malanno che si può contrarre anche diverse volte nell’arco di un inverno, poiché i virus influenzali mutano continuamente e il nostro corpo non ha una resistenza naturale alle nuove versioni.

 

Riposo

Quando bisogna preoccuparsi

Se godi di una buona salute, di solito non è necessario consultare il tuo medico di famiglia se hai sintomi simil-influenzali: sarà sufficiente riposarti finché non ti senti meglio e bere molta acqua.

Invece, dovresti prendere in considerazione di farti visitare dal tuo medico di famiglia se hai l’influenza e:
hai 65 anni o più
sei incinta
hai una malattia cronica, come diabete, malattie cardiache, malattie polmonari, malattie renali o malattie neurologiche

sei molto obeso (hai un indice di massa corporea [BMI] di 35 o superiore) hai un sistema immunitario indebolito, ad esempio perché stai facendo la chemioterapia o hai l’HIV
sviluppi dolore al petto, mancanza di respiro o difficoltà a respirare, o inizi a tossire sangue
i tuoi sintomi peggiorano nel tempo o non migliorano dopo una settimana
› sei un fumatore

 

Consigli utili alla gestione dell’influenza e del raffreddore

Frutta

Ecco alcuni consigli per alleviare i sintomi di influenza e raffreddore:
› riposare molto
bere molta acqua e altri liquidi analcolici per prevenire la disidratazione
› stare al caldo
avere una dieta sana con abbondanza di frutta e verdura
evitare l’esposizione al fumo di sigaretta
se possibile inalare il vapore da un bagno o una doccia calda in una stanza chiusa per alleviare il naso chiuso

 

 

HOME » FLUIBRON INFLUENZA E RAFFREDDORE

Le informazioni riportate in questa pagina non sostituiscono il parere del medico.

Logo Chiesi

Sito Ufficiale Fluibron © 2022 Chiesi Italia S.p.A. - Indirizzo Sede legale: Via Giacomo Chiesi, 1 CAP 43122 - Parma (Italia) - Codice fiscale e n.iscr. al Registro Imprese 02944970348 - Partita IVA IT02944970348 - Telefono: +39 0521 2791 - Fax: +39 0521 279592